Dopo la montatura degli impianti, si prendono le impronte dei denti che servono a costruire il lavoro protesico temporaneo. Il ponte provvisorio permette la completa funzionalità della masticazione nonché l’aspetto naturale del viso. Dopo l’osteointegrazione finale dell’impianto che dura da due a sei mesi, viene montato il lavoro protesico definitivo in metallo-ceramica o zirconio-ceramica.

Questo metodo consente la restituzione di ogni singolo dente mancante come fosse il proprio. Inoltre, bisogna sottolineare che i denti sani non vengono toccati e rimangono completamente nello stato normale, mentre la masticazione e l’estetica rimangono al livello ottimale.